giovedì 31 gennaio 2013

Liberiamo una ricetta: mandorle speziate e tè delle grandi occasioni


OK, l'ideale sarebbe stato postare una ricetta di sholeh zard.  Peccato che io lo sholeh zard non l'abbia ancora mangiato, quindi non avrei potuto dirvi se la ricetta da me seguita (e sicuramente rielaborata) fosse aderente all'originale.
Quindi, per l'occasione, ho pensato che fosse molto più appropriato pubblicare qualcosa che fosse correlato al MIO Sholeh Zard. E provare il dolce persiano in qualche altra occasione.
La ricetta delle mandorle mi è stata donata da Natalia Cattelani in occasione della prima presentazione di Sholeh Zard. Commossa da tanta generosità e bontà, la regalo a tutti voi.
E vi ricordo che quest'anno l'iniziativa di liberare una ricetta è anche benefica: ognuna delle partecipanti versa l'equivalente della cifra spesa per queste ricette alla mensa del Centro Astalli, per sedersi idealmente a tavola con i rifugiati. Potete fare lo stesso anche voi, qui.

Ingredienti:
- 200 g mandorle sgusciate ma non spellate
- 50 g pistacchi non salati, sgusciati
- 6 cucchiai di zucchero
- 2 cucchiai di tè alla rosa o al gelsomino
- un cucchiaino colmo di cannella in polvere
- un cucchiaino colmo di zenzero in polvere
- 5-6 chiodi di garofano
- 3-4 boccioli di rosa
- 2-3 pistilli di zafferano
- una grattata abbondante di pepe
- 4 manciate di uvetta

In un pentolino antiaderente, metti zucchero e liquido. Metti su fuoco medio e aggiungi le mandorle e i pistacchi. Mescoli e aggiungi le spezie sminuzzate (io lo faccio nel mortaio). Per ultima aggiungi l'uvetta. Quando lo zucchero comincia a granularsi, ma prima che caramelli, togli dal fuoco e versi su carta forno. E il gioco è fatto.

Il tè invece è stato studiato da me, a partire dal masala chai. L'ho pensato come ricetta di famiglia di Sholeh, il Tè delle Grandi Occasioni.

Ingredienti:
250 ml latte intero
250 ml acqua
1 cucchiaino di tè nero Assam
1 cucchiaino di vaniglia in polvere (o mezzo baccello)
1 stecca di cannella
3/4 grani di pepe giamaicano
1 manciatina boccioli di rosa

Mettere i liquidi e le spezie in una brocca e scaldare a fuoco medio. Quando comincia a bollire, aggiungere il tè e abbassare la fiamma. Lasciar sobbollire per 20 minuti circa, mescolando ogni tanto perché non si formi la patina del latte.
Al momento di servire, filtrare con un colino fine.

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia.Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web.

mercoledì 16 gennaio 2013

Una nuova versione

Avvertenza: chi da oggi comprerà Sholeh Zard lo troverà di più facile lettura.
Ho notato infatti che il meccanismo delle schede linkate alle note era un po' faticoso, soprattutto per chi come me possiede il Kindle base.
Nella nuova versione, le schede delle creature magiche sono integrate nel testo. Spero di avervi facilitato la vita!